palazzo baronale caprarica di lecce

Al via il progetto CUIS “Il Frantoio Dimenticato”

Condividi

Il 2 marzo scorso ha avuto inizio l’indagine storico‐archeologica del frantoio ipogeo sottostante il Palazzo Baronale di Caprarica di Lecce.

A inizio lavori il frantoio ipogeo, si presentava parzialmente occupato da materiali caduti all’interno durante lavori eseguiti in passato nelle vicinanze del palazzo, si presentava in buono stato di conservazione.

La prime fasi di lavoro si concentreranno nella rimozione del materiale accumulato nel corso dei decenni e consentirà all’equipe di archeologi impegnati nello scavo di riconoscere, là dove presenti, i livelli di utilizzo del frantoio e di recuperare i numerosissimi oggetti in ceramica, in vetro e in metallo legati alla produzione dell’olio ed alla vita quotidiana di chi lavorava nel frantoio.

Il progetto si svilupperà in vari step successivi. Successivamente alla rimozione delle risulte recenti si procederà con lo scavo archeologico all’interno dei vani di un ampia porzione del frantoio. Questo intervento consentirà di riconoscere la planimetria originale del monumento, di ricostruire la funzionalità degli spazi indagati e, attraverso lo studio dei materiali archeologici, di raccontare parte delle vicende vissute nel frantoio.

L’analisi degli spazi e delle strutture funzionali, lo studio dei materiali archeologici rinvenuti e la loro correlazione consentiranno di riconoscere le fasi e le modalità di utilizzo del frantoio per poter tracciare una proposta di ricostruzione delle attività produttive e della vita quotidiana che nachiri, trappitari e muli svolgevano un tempo.