scolaresche in visita ascoltano l'archeologo

Partecipazione e interesse per l’Open Day sul Frantoio Dimenticato

Condividi

Partecipazione e interesse hanno animato la giornata di sabato 28 marzo scorso al Palazzo Baronale in Piazza Vittoria a Caprarica di Lecce (Le), durante la giornata di apertura straordinaria del frantoio ipogeo di proprietà Greco e oggetto di studio da parte di un gruppo di professionisti, archeologi e ricercatori dell’università del Salento, nell’ambito del progetto “Il frantoio dimenticato” promosso e sostenuto dal Cuis insieme con altri enti locali.

Lo staff di ricercatori ed archeologi hanno accompagnato visitatori giovani e meno giovani negli ambienti suggestivi del frantoio scavati nella roccia, appena indagati e ripuliti dai detriti che ne rendevano impossibile la fruizione.

Lo scavo archeologico, che si concluderà nei prossimi giorni, ha portato in superficie tante tracce di vita vissuta laggiù, a produrre l’olio, un tempo vero prezioso prodotto della nostra terra salentina.

Tutti coloro che hanno percorso il breve tratto di gradini approssimati che portano nel cuore della roccia, sono rimasti sorpresi dall’accoglienza insolita di un ambiente nascosto, un po’ freddo e misterioso, ma anche pronto a narrare la sua storia.

Altre occasioni di incontro saranno programmate in seguito, per potervi raccontare le successive fasi di lavoro previste dal progetto.

In basso condividiamo con voi alcune istantanee della giornata. E tra uno scatto e l’altro, un ringraziamento a quanti hanno partecipato, i ragazzi della scuola media di Caprarica di Lecce e i loro insegnati, i cittadini di Caprarica, gli amici dei tanti comuni vicini (..e lontani) e i colleghi della rete VivArch che hanno accettato il nostro invito. Oltre ad un grazie speciale a coloro che con entusiasmo hanno reso possibile il progetto: la famiglia Greco, l’Amministrazione comunale e i nostri partner!